Cerca
  • @mauroeffe

Il sonno profondo della Capitale


È una città sonnolente quella che ci appare oggi: una Roma assopita, assorta nei suoi pensieri e preoccupazioni, svuotata dai turisti internazionali.

Roma è una città che vive di turismo, questo senza dubbio, e gli ospiti internazionali sono il suo carburante per tutti i comparti quali food and wine, musei, stores e molti, molti altri ancora.

Viverla in questo periodo da una parte può essere straordinario, ma in contrapposizione triste, perché mancano tutti gli attori principali che la riempiono, nel bene e nel male, in positivo e negativo.  Passeggiando per il centro sono tanti, troppi, i negozi che hanno deciso di non riaprire rispetto a quelli che hanno deciso di farsi un restyling.

L’aria che si respira è quella di una città abbandonata a se stessa, tra problemi sociali e mancanza di pulizia: l’ultima cosa che avrei pensato di trovare era un condom secco in una strada del centro normalmente trafficata da umani!

Questo significa che la manutenzione ordinaria è stata completamente dimenticata, insieme al verde pubblico che si sta trasformando in foreste.

Ieri, giornata speciale: si è celebrato il centenario del più noto romano al mondo, il grande Alberto Sordi .

Sono certo che si starà rivoltando nella tomba guardando da lassù la sua città eterna!

0 visualizzazioni
Logo+Marchio.png

© 2020 Mauro Fanfoni

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Icon Pinterest
  • Black Icon LinkedIn
  • issuu_edited